Fuorisalone 2018, tutti gli eventi gratuiti

fuorisalone 2018 eventi gratuiti milano tortona brera lambrate nolo

Altro giro, altro corsa… e se il Salone del Mobile è l’appuntamento imperdibile, soprattutto per gli addetti al lavoro e i vari appassionati del settore, non meno “artistico”, brillante è intenso è il programma del Fuorisalone 2018, tra Tortona, Ventura, Brera e la “nuova” NoLo.

  • La galleria trasparente di Cartier, circa 60 metri, collegherà, in questo Fuorisalone 2018, i due edifici gemelli degli ex-caselli daziari al Fuorisalone 2018 all’Arco della Pace per la presentazione di “The Legendary Thrill”, una straordinaria installazione che reinterpreta il mito dell’orologio Santos, icona della Maison dal 1904.
  • Un’ex fabbrica di panettoni, la Cova, apre le sue porte e ospita designer, architetti, gallerie. Una location quasi abbandonata tra ambienti industriali e spazi ampi, Joseph Grima di Space Caviar e Valentina Ciuffi di Studio Vedèt sono i curatori di Alcova (via Popoli Uniti 11-13, dal 17 al 22 aprile, dalle 11 alle 19) a NoLo, a nord di Loreto, uno dei quartieri più multietnico e sperimentale di Milano.
  • Robert Sadler ha curato Typecasting di Vitra nel Design District di Brera (La Pelota, via Palermo 1, dal 17 al 21 aprile, dalle 10 alle 21 e il 22 aprile dalle 10 alle 18). A Sadler è stato chiesto di guardare e interpretare i mobili in modo diverso, non come oggetti funzionale ma analizzandone la loro funzione nel sociale, anche nel loro utilizzo influenzato dai social media.
  • Nella stessa zona, in via della Moscova 28, nella Mediateca Santa Teresa, gli italiani di Atelier Biagetti, gli olandesi Rotganzen, i francesi GGSV hanno creato una discoteca surreale tra ambienti glamour e stile radical chic. Dal 17 aprile dalle 12 alle 16, dal 18 al 20 aprile, dalle 10 alle 18 e 21 aprile dalle 10 alle 17.
  • Sempre nel Brera Design District, Maisons du Monde ha allestito uno showroom temporaneo in occasione della Design Week. La Maisons du Monde Experience, in particolare, sarà un viaggio all’interno dell’arredamento attraverso collezioni uniche. In via Palermo 16, dal 17 al 22 aprile, dalle 10:30 alle 20:00.
  • Wonderglass, nello Spazio Krizia, grazie agli allestimenti dello studio Raw-Edges ha realizzato un’installazione di movimento e luce. Horah riprende il tema della convivialità di tradizione israeliana. Dal 17 al 22 aprile, dalle 10 alle 19.
  • In piazza Duomo dal 17 al 25 aprile, dalle 10 alle 22, Carlo Ratti ha realizzato – per questo Fuorisalone 2018 – 500 metri quadrati di mostra che racchiudono quattro microcosmi climatici che riproduzono le quattro stagioni dell’anno.
  • Quest’anno il Museo Diocesano si è trasformato in un vero e proprio spazio creativo dove è possibile mangiare e chiacchierare e, ovviamente, godere di una spettacolare installazione luminosa. In Corso di Porta Ticinese 95 dal 17 al 21 aprile dalle 11 all’1.
  • Maliparmi quest’anno, in occasione della Design Week e del Fuorisalone 2018, presenta la nuova collezione di tappeti berberi Boucherouite di Afolki, nella boutique di via Solferino 3, sempre a Brera.I Boucherouite sono al contempo primitivi e modernissimi, ricchi di colore ed energia, contemporanei ma fortemente radicati nella tradizione. Una storia di donne in cui il filo dell’artigianalità e del riuso si interseca con il design contemporaneo, un universo che trasmette passione e vitalità. I tappeti Boucherouite provengono da diverse regioni del Medio Atlante e nello specifico quelli della provincia di Azilal presentano la più originale espressione artistica, interamente annodati dalle mani esperte delle donne che riciclano, scegliendo in assoluta libertà, stoffe di cotone, lana e fibre sintetiche. Dal 17 aprile.
  • Dieci oggetti che rovesciano i luoghi comuni sul movimento in un allestimento che è un labirinto misterioso costruito su 800 metri quadrati, è Nendo, Forms of movement, al Superstudio Più, via Tortona 27, dal 17 al 21 aprile dalle 10 alle 21 e domenica 22 aprile dalle 10 alle 18.
  • Britt Moran e Emiliano Salci in via Solferino 11 tra pezzi d’autore, nuovi arredi e luci di collezioni speciali. Invece le sei vetrine di via Solferino 22 ospitano pezzi limited edition realizzati da Salci smontando e assemblando pezzi di arredi di fine 800 e inizio 900 arricchiti con lacche colorate e dettagli in ottone. In via Solferino 11 (scala destra e sinistra) e via Solferino 22 dal 17 al 22 aprile, dalle 11 alle 20.
  • Lo spazio di via Lancetti 34, Nilufar, ospita per il Fuotisalone 2018 la retrospettiva Lina Bo Bardi Giancarlo Palanti, 40 arredi che hanno fatto la storia dell’architettura modernista.
  • Loreto ospita il Ventura Future, un polo espositivo fino allo scorso anno in Lambrate. La mostra è un progetto di realtà virtuale di Patricia Urquiola e Federico Pepe, oltre a nuovi arredi di Editions Milano, Mason e Mingardo e altri. Da Le Dictateur in via Paisiello 6.
  • La vecchia stazione Agip è stata trasformata da Lapo Elkann in una officina del lusso, tra motori e cucina. Garage Italia è anche però uno spazio d’arte per la Design Week grazie alla collaborazione con la galleria Gagosian. Si comincia con la prima mostra personale di Blair Thurman, artista americano che dal 17 aprile al 17 maggio esporrà le sue opere con chiari riferimenti a macchine e circuiti automobilistici. In viale Certosa 86, dal 17 al 17 maggio.
  • La nuova galleria milanese SixGallery ospita 33.000, in esclusiva per il Fuorisalone 2018, spighe di grano, la scena si ispira al deserto americano ed è in via Scaldasole 7 dal 17 al 21 aprile, dalle 9 alle 19.
  • Durante la Design Week c’è spazio anche per le frivolezze con il Beauty Pit Stop di Treatwell, il più grande portale di prenotazione online in Europa per i trattamenti di bellezza e benessere. Dal 17 al 22 aprile, dalle ore 18.00 all’01.00, in Via Tortona gli hairstylist ed estetisti di Treatwell si alterneranno per offrire trattamenti presso il pop-up realizzato in occasione della MDW. Per partecipare basta registrarsi alla pagina dedicata e prenotare il proprio appuntamento in pochi, semplici clic, al prezzo simbolico di 3 euro.
  • Lo spazio di Ferrante Aporti 11 e degli ex magazzini Raccordati vicino alla Stazione Centrale ospitano quest’anno il The Diner, l’installazione di David Rockwell per la rivista statunitense Surface Magazine: un allestimento speciale ispirato all’archetipo del ristorante americano.
  • Nel cortine di Palazzo Serbelloni in una serra di cristalli c’è il Palazzo Swarovski e, ovviamente, una pasticceria viennese. In Corso Venezia 16.
  • Cristina Celestino ha creato un salotto mobile su un vecchio tram del 1928 con tessuti Rubelli. E’ possibile anche prenotare una corsa sul sito dedicato al Tram Corallo. In piazza Castello 2, via Cusani 4, dal 17 al 22 aprile.
  • Al Salone del Mobile c’è anche Google con Softwear, negli spazi di via Matteo Bandello. L’obiettivo è vivere l’esperienza sensoriale degli hardware Google integrati nel panorama socioculturale attuale. In mostra, sei arazzi disegnati da Kiki van Eijk commissionati da Google e intrecciati in collaborazione con il TextielLab di Tilburg. In via Matteo Bandello 14/16 dal 17 al 22 aprile, dalle 10 alle 20.
  • ARTEMEST, l’e-commerce di artigianato italiano al Fuorisalone 2018 con Stranger Pinks in collaborazione con TED Milano in una Villa progettata da Gio Ponti, un allestimento tutto in rosa che celebra la donna in un meraviglioso contesto storico Milanese. Stranger Pinks avrà luogo in una splendida villa progettata da Gio Ponti negli anni ’30, che oggi è sede dello showroom di TED Milano, con oltre 45 espositori. Dal 17 al 22 aprile dalle 10 alle 19.

articolo a cura di Alessandra Raffo

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *